• DA GENERAZIONI PROTAGONISTI <br>NEL MONDO VITIVINICOLO

    DA GENERAZIONI PROTAGONISTI
    NEL MONDO VITIVINICOLO

    DA GENERAZIONI
    PROTAGONISTI
    NEL MONDO
    VITIVINICOLO

AZIENDA

Vigneti e Cantine ENRICO MORANDO nasce in Piemonte, a Castagnole Monferrato, all’inizio del Ventesimo secolo. Verso la metà degli anni Ottanta, la famiglia Morando, titolare dell'azienda, adotta una politica di espansione non ancora ultimata, con l'acquisizione dei terreni confinanti e l'impianto diretto di nuovi vigneti prevalentemente a Ruché. Attualmente Vigneti e Cantine ENRICO MORANDO è una delle aziende vitivinicole più tecnologicamente avanzate a livello internazionale, capace di interpretare saggiamente il frutto che le vigne annualmente donano, e rispettando le tradizioni millenarie del territorio piemontese per la produzione di vino.

La crescita continua dell’azienda ha fatto sì che circa il 55% del Ruché di Castagnole Monferrato e il 12% del Grignolino prodotto al mondo arrivi direttamente dalle cantine di proprietà della famiglia Morando.

L’azienda agricola Vigneti e Cantine ENRICO MORANDO è costituita da due cantine. La prima situata a Castagnole Monferrato di 100 ettari in un unico appezzamento, riconosciuta per la produzione del "Principe Rosso del Monferrato" l'autoctono Ruché. La seconda si trova a Castiglione Tinella nelle Langhe, terra natale del capostipite della famiglia, il sig. Enrico Morando, di 10 ettari in un unico appezzamento vitata principalmente a Moscato. La filosofia produttiva prescelta dall’azienda è quella del concetto "vino-frutto" che esalta le grandi peculiarità dei vigneti con vendemmie in leggera sovra-maturazione e un lavoro attento e peculiare in vigna.

0 +
50 +
0 +

I TERRITORI

Paesaggi unici dove l'emozione, urtata, affiora
tra i vecchi scorci del tempo e le eleganti onde, di un prezioso mare di terra.

CANTINA

CASTAGNOLE MONFERRATO

TERRA DEL RUCHÈ

Il Ruché di Castagnole Monferrato autoctono raro del Piemonte viene prodotto in una ristretta area del Monferrato Astigiano, in soli sette comuni con al centro Castagnole Monferrato che si distingue tra tutti per le sue colline vocate ai raggi solari. Terreni calcarei, asciutti che rendono il territorio ottimale per la coltivazione di questo prezioso autoctono. Si presenta di colore rosso rubino con riflessi violacei in gioventù, tendente al granato con l’affinamento.

CANTINA

CASTIGLIONE TINELLA

FRAZIONE SAN CARLO

I terreni di proprietà, siti a Castiglione Tinella, sono posti ad un'altezza di 408m slm, coltivati per lo più a uve moscato. I terreni sono di tipo calcareo-argilloso. Il sistema di allevamento praticato è il “Guyot Basso”.

IL RUCHÈ

Il Ruché si presenta come uva a frutto nero con vigoria vegetativa media e produttività buona ma non sempre costante. La foglia è medio - piccola, trilobata e più raramente pentalobata di colore verde chiaro e glabra. Il grappolo di Ruchè ha forma cilindrico - piramidale, allungato, compatto e composto con acini medi e sub-rotondi dal colore tendente al violaceo, buccia consistente e molto pruinosa. Non subisce colatura e l’epoca di maturazione coincide con la  fine di settembre o, al massimo, l’inizio di ottobre. Anticipa notevolmente la maturazione rispetto ad altri vitigni tipici della zona e nelle ultime fasi realizza performance agronomiche in tempi ridottissimi.

ESIGENZE AMBIENTALI
E COLTURALI

Nell’area di produzione il vitigno di Ruchè si adatta bene a terreni con differenti caratteristiche ma predilige quelli calcareo-argillosi nei quali dà origine a vini con bouquet di maggiore intensità e caratterizzazione. Predilige forme di allevamento compatte ad elevata o elevatissima densità (cordone speronato e guyot).


SENSIBILITÀ ALLE MALATTIE
E ALLE AVVERSITÀ

Il Ruchè ha elevata resistenza ai freddi invernali e primaverili, media tolleranza all’oidio, alla peronospora ed ai marciumi (marciume acido e botritis cinerea) ottima resistenza alla flavescenza dorata.

LE CARATTERISTICHE
DEL VINO

Quando viene vinificato in purezza il Ruchè dà origine ad un vino dal colore rosso rubino di media intensità con riflessi violacei in gioventù che evolvono nel tempo in granato ed aranciato. Il profumo è intenso e persistente con caratteristica aromaticità e sentori predominanti di rosa, viola ed albicocca nelle prime fasi di maturazione, che si trasformano in frutto intenso e confettura con il passare degli anni. Il sapore di questo vino è morbido ed elegante con note di frutta e una buona tannicità che lo rende adatto ad un medio invecchiamento. Viste le sue peculiarità gusto-olfattive pressochè uniche nel panorama nazionale si sconsiglia di fare invecchiare il Ruchè in legno per godere appieno delle caratteristiche varietali intrinseche.

Le scelte enologiche sono tese alla ricerca e alla valorizzazione dei vini autoctoni del Monferrato, come il Ruché e il Grignolino ma anche ai gusti sempre più internazionali del consumatore con l’introduzione di nuovi prodotti e uvaggi affascinanti come il Monferrato Rosso.

Oggi l’azienda vinifica i suoi prodotti grazie all’ausilio di fermentini di ultima generazione automatizzati nel rispetto assoluto delle caratteristiche dei vitigni e delle esigenze del vino destinato al mercato, per la massima soddisfazione del consumatore finale. Le vinificazioni dell’azienda Vigneti e Cantine ENRICO MORANDO sono attentamente studiate per le differenti uve. Per i vini rossi di pregio e alta qualità, come ad esempio il Ruchè, è previsto il controllo costante delle temperature di fermentazione e lunghe macerazioni delle vinacce del mosto per l’estrazione della “sostanza colorante”.

Per i vini bianchi, profumati e di pronta beva, l’azienda si affida all’utilizzo del freddo e delle tecniche dell’enologia più moderna. Tutti i macchinari in cantina, le vasche di fermentazione e stoccaggio dei prodotti sono in acciaio inossidabile così come la completa e moderna linea di imbottigliamento, chiamata dai numerosi operatori del settore “la cattedrale d’acciaio”. In cantina, ogni lavorazione viene compiuta nel completo e assoluto rispetto del vino e della tradizione che lo caratterizza, il tempo e la natura devono rimanere come tali e fare la loro parte, coadiuvati da tecniche innovative che la saggia mano dell’uomo riesce a gestire al meglio.

Innovazione e tecnologia nel rispetto della tradizione e della cultura degli uomini che fino ad oggi hanno lavorato in questa terra tanto nobile, sono le parole d’ordine che caratterizzano la filosofia di produzione Vigneti e Cantine ENRICO MORANDO. Il vino, una volta imbottigliato, prima di giungere sulle tavole dei tanti appassionati, per scelta aziendale viene ulteriormente analizzato e affinato in bottiglia per circa 90 giorni affinchè possa mantenere nel tempo le sue caratteristiche di pregio ed avere una migliore evoluzione nel tempo per quanto concerne profumi e sentori. Alla nostra punta di diamante, il Ruché di Castagnole Monferrato DOCG riserviamo un particolare trattamento riponendolo sapientemente in posizione orizzontale all’interno delle nostre “nicchie” ad una temperatura costantemente controllata.